Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Agenda Geek | November 28, 2014

Scroll to top

Top

No Comments

Italian Fundraising Award: il premio per chi lavora nel nonprofit

Eleonora Celi

Italian Fundraising Award
image-1
La notizia ormai è già in mano alla Rete: il mondo dei fundraiser è in moto. Per cosa? Per il primo Italian Fundraising Award. Un’occasione per celebrare l’eccezionale contributo di tutte le persone che quotidianamente lavorano per diffondere in Italia la cultura del dono.

Il fundraising è senza ombra di dubbio un lavoro di squadra che si fonda sulla passione e l’impegno condiviso per una Buona Causa. Per questa ragione anche ogni singolo successo di fundraising è una conquista di gruppo, di donatori,  volontari e  professionisti. L’Associazione Festival del Fundraising, in collaborazione con  l’Associazione Italiana Fundraiser e VITA, ha deciso di premiare questo gruppo di persone, istituendo l’Italian Fundraising Award.

Valerio Melandri, grande esperto italiano in Nonprofit Management e autore/fondatore del primo blog italiano sul fundraising, spiega tutto in questo video:

Così, nell’ambito del Festival del Fundraising, che avrà luogo a Castrocaro dal 9 all’11 maggio 2012, verrà dato spazio anche al premio dedicato ai protagonisti della raccolta fondi. Il Festival è alla sua quinta edizione e può essere definito contemporaneamente una festa, un convegno, un momento di formazione ed informazione e addirittura un soggiorno “benessere” (i partecipanti hanno accesso gratuito al trattamento benessere all’interno del Grand Hotel Terme di Castrocaro). Prevede 97 incontri, tra sessioni plenarie, workshop, special workshop e case study, assieme ad alcuni dei massimi esperti di raccolta fondi nazionali ed internazionali.

Ma può anche essere definito il festival del networking, del donatore iper-connesso e del green. Quest’anno, infatti, sarà possibile organizzare via web i propri appuntamenti con i fundraiser che si desidera incontrare attraverso il “Matching”, un momento dedicato ai partecipanti per incontrare e conoscere colleghi di altre organizzazioni.

E poi…raccolta differenziata, eco-tips, car pooling, servizio navetta per una eco-mobilità e tanti altri piccoli passi di responsabilità ambientale. Anche quest’anno inoltre non saranno stampate le presentazioni dei relatori per evitare spreco di carta e si utilizzerà carta riciclata per tutta la comunicazione. È anche possibile lasciare un messaggio per cercare un “compagno di viaggio” e dividere così il viaggio e anche le emissioni di CO2!

Insomma, sono molte le occasioni per scegliere di prendere parte al Festival e assistere al primo Italian Fundraising Award.

Qual è la più bella storia di donazione?
Quale la più grande avventura di volontariato?
Chi è il fundraiser dell’anno?

Il “concorso” prevede tre categorie di premio: DonatoreVolontario Fundraiser Professionista.
Le candidature possono essere presentate da tutte le organizzazioni nonprofit italiane e dagli operatori di settore, retribuiti e non, entro e non oltre il 15 marzo 2012. La Giuria sarà composta da alcune delle principali istituzioni italiane in materia di nonprofit e fundraising e designerà il vincitore delle tre categorie sulla base delle candidature pervenute.

Ogni candidatura deve obbligatoriamente contenere un NOMINATION FORM, con i dati del candidato, e la STORIA DEL VOLONTARIO, ovvero un testo narrativo, non superiore alle 5.000 battute, contenente le informazioni sul soggetto e le motivazione della candidatura. Sono ammessi anche materiali di supporto (immagini, video, altro), per rafforzare le informazioni fornite nella proposta.

I nomi dei vincitori dell’Italian Fundraising Award  saranno pubblicati sul sito del Festival del Fundraising entro il 1° maggio 2012. La cerimonia di premiazione si svolgerà invece il 9 maggio 2012, durante la cena di gala presso il Grand Hotel Terme di Castrocaro.

In Italia si respira aria di elezioni e candidature… Ma con il non profit la gratuità del voto è indiscutibile e, diciamoci la verità, votare potrebbe diventare un piacere morale.

Perciò… siete volontari di una qualche associazione senza scopo di lucro? Donatori sensibili? O professionisti? O conoscete qualcuno che vale la pena sostenere?
Leggete il programma completo del Fundraising Award e candidatevi o candidate!

Submit a Comment