video marketing

Il video marketing B2B è in crescita

I marchi più importanti hanno ormai da tempo capito l’importanza di utilizzare i contenuti video come strumento di marketing per comunicare attraverso messaggi chiave con il loro pubblico e per costruire un’affinità di brand. Il video marketing è anche cresciuto tra le organizzazioni B2B, business to business.

Demand Metric, società di analisi per la ricerca e best practice per il settore Marketing, e Vidyard hanno per questo motivo presentato un report con le statistiche da loro raccolte.

obiettivi del video marketing
Gli obiettivi più importanti del video marketing per il prossimo anno

I risultati dell’indagine mostrano che il video marketing è destinato a ad avere sempre più successo e che il potenziale ritorno sugli investimenti è significativa per quei marchi possono permettersi di sostenere economicamente la spesa iniziale.

Secondo le statistiche anche se quattro professionisti del marketing B2B hanno dichiarato che i loro investimenti nel video hanno avuto successo, il poco budget a disposizione, la mancanza di risorse interne e la difficoltà di creare contenuti di qualità continuano a rimanere punti fondamentali da migliorare.

La buona notizia è che queste barriere sono sempre meno impegnative e, per coloro che hanno la volontà e la possibilità di superarle, sono previsti dei ritorni significativi. Da un lato prodotti e servizi per il marketing video stanno diventando sempre più accessibili, dall’altro aziende e organizzazioni stanno investendo di più sulle risorse interne e hanno capito che il settore del video marketing merita più attenzione.

Nel sondaggio di oltre 100 professionisti, 82% ha detto che consideravano le loro strategie di marketing video di successo, di cui il 15% che si sono detti “molto successo.” Questa dimostra che il video può essere una parte efficace della vostra strategia di marketing.

Diamo un’occhiata ai principali ostacoli nell’investire sul video marketing che hanno elencato gli intevistati:

ostacoli per il video marketing
Gli ostacoli più impegnativi per il successo del Video Marketing

Il budget è un ostacolo sempre presente, indipendentemente dalla strategia di marketing. Anche la mancanza di risorse interne e la necessità di creare contenuti più interessanti sono comuni ma fortunatamente queste aziende sono sempre meno perchè, come possiamo rilevare, sempre più organizzazioni investono nel video e nella cura della propria narrazione. Il fatto che solo il 12 per cento ha detto che la mancanza non ha fiducia di investire in questo campo dimostra che il video è sempre più rispettato e il suo valore potenziale è stato ben compreso.

La Demand Metric ha rilevato che solo il 5% degli intervistati pianificano di diminuire il budget dedicato al video nei prossimi 12-18 mesi, mentre quasi due terzi prevedono di aumentarlo.

Una scoperta particolarmente interessante ruota attorno ai canali di distribuzione in cui le aziende distribuiscono i propri contenuti video e la loro efficacia. L’80% degli intervistati ha detto che il proprio sito web aziendale è il canale più utilizzato per la distribuzione, il 73% per i siti di video sharing come YouTube e Vimeo e il  49% per i social network. Tuttavia, il 26% considera i siti di sharing i canali di distribuzione più efficaci e solo il 22% per i siti web aziendali.

Qui possiamo entrare ad esservi d’aiuto noi. Mentre YouTube può essere uno strumento utile di distribuzione, raramente è migliore usarlo al posto del sito web aziendale, se i vostri obiettivi principali del video marketing sono in prima battuta creare un feeling con i potenziali clienti e in seconda battuta alimentare il rapporto con i clienti affezionati.

 

Prima di tutto, l’indirizzamento dei propri spettatori si YouTube significa una perdita di traffico sul proprio sito. In secondo luogo, e più importante, YouTube non non ha interesse a promuovere il vostro contenuto.
Cosa significa tutto questo: che mentre i vostri clienti o potenziali clienti stanno guardando il video, YouTube li tenta con altri video ai margini del vostro. Nella migliore delle ipotesi, possono essere fuori tema. Nel peggiore dei casi, possono essere i video dei vostri concorrenti!!!

Il video marketing nel settore del B2B sta maturando in fretta. C’è sempre margine di miglioramento ed evoluzione al fine di ottenere i risultati che avranno il maggiore impatto per il business.

Sulla base di questi risultati, ci sono un sacco di ragioni per essere ottimisti per il futuro.

Vi lasciamo proprio con un video di animazione che riassume tutto quello che ci siamo detti. Buona visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *