Bootleg, il primo book/blog tutto italiano

Oggi, in questa -ahimè- nuvolosa giornata di Aprile, voglio parlarvi di Bootleg, un progetto editoriale nato sul web. Io, da brava ragazza laureata in psicologia del marketing, che divora libri come fossero noccioline, che lavora in un’agenzia di comunicazione web, interessata al mondo dell’editoria e, soprattutto, fiera componente della comunità geek, non potevo certo farmi sfuggire l’occasione di parlarvi di qualcosa che, magistralmente, unisce letteratura, tecnologia, editoria, arte e comunicazione.
Cosa è, dunque, Bootleg? Si tratta, più nel dettaglio, di un esperimento editoriale formato da 10 uscite, 50 saggi, 50 autori.

Con il termine bootleg viene indicato un prodotto editoriale prodotto violando le leggi sul copyright. Il termine viene utilizzato per indicare sia l’azione del contrabbandare che l’oggetto contrabbandato. Nel caso di Bootleg il prodotto originale non è mai stato ufficialmente o sufficientemente commercializzato e ciò che viene contrabbandato è il sapere, la conoscenza. Bootleg rappresenta la fusione tra book e web blog, tra scrittura rapida e revisionata (poiché frutto dell’esperienza maturata dagli autori che prendono parte al progecopertina del libro bootlegtto) e scrittura convenzionale.

Il progetto è curato da Cristian Confalonieri, new media designer, cofondatore di Studiolabo, Fuorisalone.it e Brera Design District si occupa di design della comunicazione e progettazione grafica su diversi media e da Paolo Peraro, consulente, formatore e autore di format per la comunicazione e le nuove metodologie di apprendimento.

I saggi danno vita a un osservatorio sulla contemporaneità composto da professionisti nel settore della moda, del design, della comunicazione, dell’arte e della psicologia.
Ma ciò che più mi ha colpito di questo affascinante progetto è la modalità con cui verrà diffusa la sua distribuzione. Ogni singolo bootleg rimarrà disponibile online fino all’uscita del numero successivo e diverrà poi irreperibile ufficialmente. Al termine dell’esperimento verrà pubblicata un’antologia che conterrà, al suo interno, tutti i 50 saggi.
Bootleg è, in altre parole, un ebook, una rivista, un sito web ma anche un libro.

Il primo saggio è già disponibile online ed è possibile scaricarlo gratuitamente sul sito ufficiale di Bootleg. Cosa aspettate? Buona lettura!

 

Fonte immagini: Bloggokin | Bootleg
Notizie sul progetto: Bloggokin | Bootleg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *